Cervicalgia o Dolore Cervicale: Che Cos’è e Come Si Cura

da | Giu 14, 2022 | Fisio Colonna

Cervicalgia o Dolore Cervicale: Che cos’è?

La cervicalgia, o dolore cervicale, è una condizione di dolore che coinvolge la colonna vertebrale cervicale: la nostra schiena può essere suddivisa in tre regioni, in cui la cervicale rappresenta la porzione superiore, la dorsale quella intermedia e la lombare quella inferiore. La colonna cervicale è costituita da 7 vertebre che si articolano tra di loro andando a formare un rachide cervicale alto, costituito da C0-C1-C2 (in cui C0 rappresenta l’atlante dell’osso occipitale del cranio), ed un rachide cervicale basso, costituito da C3-C4-C5-C6-C7-D1 (in cui D1 rappresenta la prima vertebra della colonna dorsale). La cervicale è un distretto anatomico che va spesso in contro a dolore a causa di tensioni muscolari e posture scorrette.

 

Cervicalgia o Dolore alla Cervicale: Quali sono le cause?

La principale funzione della colonna cervicale è quella di stabilizzare la base del cranio e di creare il perno per il movimento che permette il direzionamento dello sguardo, per cui le principali cause della cervicalgia sono le rigidità articolari conseguenti a posture scorrette e le tensioni muscolari provocate da movimenti ripetuti nel tempo e dallo stress accumulato: in questi casi, ci troviamo di fronte ad un dolore cronico alla cervicale che è presente ormai da diversi mesi (se non anni), per cui il tratto cervicale si trova in una posizione verticalizzata (spesso associata ad artrosi cervicale) a causa della rigidità del tratto dorsale, che provoca contratture muscolari principalmente nella zona laterale dei trapezi. In caso ci trovassimo di fronte ad un dolore acuto alla cervicale, le cause più frequenti sono ernie o protrusioni discali, a cui spesso si associano altri sintomi come dolore lungo il braccio (cervico-brachiaglia), intorpedimento delle mani, perdita della forza muscolare, gonfiore del braccio. In caso di cervicalgia e dolore alla cervicale, è utile fare un esame diagnostico che permetta di capire al meglio il suo stato di salute.

 

Cervicalgia o Dolore alla Cervicale: Che esame diagnostico fare?

In caso di cervicalgia, è consigliabile eseguire sia una radiografia che una risonanza magnetica: mentre la prima ci permette di visualizzare la disposizione della colonna cervicale nello spazio e di capire se ci troviamo di fronte ad una verticalizzazione o, addirittura, ad una inversione della curva cervicale, od altrimenti se sono presenti osteofiti artrosici. La risonanza magnetica, invece, permette la valutazione anche di strutture mobili come muscoli e tendini, ma soprattutto la presenza di ernia o protusione discale e dell’artrosi cervicale. La corretta diagnosi della cervicalgia permette di impostare il percorso fisioterapico più adatto ed efficace possibile.

Cervicalgia o Dolore alla Cervicale: Come si cura?

Presso lo Studio FisioSiPuò, grazie al Metodo SiPuò in 3 Fasi, la cervicalgia viene curata e risolta in tre fasi:

 

  • La prima fase è finalizzata alla riduzione del dolore e dell’infiammazione attraverso sedute di laserterapia ad alta potenza in caso di infiammazione acuta o di tecarterapia in caso di infiammazione cronica. Tuttavia, la terapia manuale osteopatica permette fin da subito di ridurre il dolore andando a liberare le tensioni muscolari ed i blocchi articolari che si sono instaurati nella zona cervicale: attraverso manovre manuali dolci quali il pompage è possibile allungare delicatamente la muscolatura del collo, mentre tramite manovre manuali di natura articolare è possibile liberare dei blocchi articolari che si sono venuti a creare nel rachide cervicale. A volte, manovre viscerali che liberino tensioni a stomaco o intestino possono facilitare la riduzione del dolore
Fisioterapia Casalotti Carvicalgia 2
  • La seconda fase, invece, si concentra sulla riduzione degli squilibri muscolari che provocano una postura sfavorevole e le sue conseguenti tensioni attraverso l’utilizzo delle vibrazioni ad aria: in questa fase, generalmente, le terapie sono concentrate sulla riduzione delle contratture della muscolatura respiratoria come diaframma, piccolo pettorale e scaleni che provocano una rigidità della gabbia toracica e sulla ri-attivazione della muscolatura posteriore cervicale e dorsale per migliorare la stabilità della colonna cervicale stessa
  • La terza fase, infine, si basa sul mantenimento dei risultati ottenuti attraverso un programma di esercizi che il paziente dovrà poi continuare ad effettuare a casa; in più, è possibile partecipare a specifici gruppi di posturale che vengono seguiti da un fisioterapista posturologo altamente specializzato che permettono di continuare a migliorare lo stato di salute della propria schiena

Se soffri di dolore alla cervicale o cervicalgia, richiedi una prima valutazione gratuita presso lo studio FisioSiPuò compilando il modulo sottostante o chiamando il numero 3500829990.

Indirizzo

Largo Beata Teresa Verzeri 28-29,
00166 Roma - Zona Boccea/Torrevecchia

Telefono

Email

paolo.pirozzi@fisiosipuo.it
fisioterapia Roma Casalotti

Dott. Paolo Pirozzi

Fisioterapista
Riabilitatore Sportivo
Terapista Manuale Osteopatico