Lesione Muscolare del Bicipite Femorale: Che Cos’è e Come Si Cura

da | Giu 6, 2022 | Fisio Calcio

Lesione Muscolare del Bicipite Femorale: Che cos’è?

Il bicipite femorale rappresenta la componente laterale della muscolatura posteriore della coscia, particolarmente sollecitata durante la corsa ad alta velocità e sprint improvvisi: infatti, la lesione di questo muscolo è un infortunio tipico di chi pratica calcio, atletica, tennis, paddle e tutti quegli sport in cui sono richiesti movimenti veloci in diverse direzioni. Il bicipite femorale è un muscolo solitamente molto rigido ed al tempo stesso non forte a sufficienza, per cui in caso di sforzi non adeguati andrà incontro ad una lesione delle sue fibre muscolari.

 

Lesione Muscolare del Bicipite Femorale: Quali sono le cause?

La principale causa di una lesione muscolare del bicipite femorale è una brusca contrazione durante un movimento improvviso od esplosivo come uno scatto o una corsa: durante questi gesti atletici, il muscolo viene sottoposto ad una intensa contrazione di natura eccentrica, ovvero il muscolo deve al tempo stesso contrarsi ed allungarsi. Infatti, essendo la muscolatura posteriore della coscia particolarmente rigida e contratta nella quasi totalità delle persone ed al tempo stesso non sufficientemente allenata, sia il bicipite femorale che gli altri muscoli ischio-crurali possono andare incontro ad una lesione muscolare principalmente a causa di una progressione di allenamento non adeguata che sottopone la muscolatura ad un sovraccarico eccessivo per la sua struttura che viene esposta ad un eventuale infortunio. La seconda causa più frequente che porta il bicipite femorale ad una lesione muscolare è rappresentata da un allungamento eccessivo rispetto alla lunghezza del muscolo stesso. In caso di lesione muscolare del bicipite femorale, è utile fare un esame diagnostico che permetta di capire al meglio il suo stato di salute.

 

Lesione Muscolare del Bicipite Femorale: Che esame diagnostico fare?

In caso di lesione muscolare del bicipite femorale, l’esame diagnostico più indicato è l’ecografia muscolo-scheletrica, in quanto permette di valutare il muscolo lesionato sia a riposo che durante la contrazione, e di confrontarlo con lo stesso muscolo non lesionato della gamba opposta. È importante sottoporsi ad un accertamento ecografico a qualche giorno di distanza dall’infortunio per evitare di andare incontro ad una valutazione “falsata” dalla presenza eccessiva di edema od ematoma: l’ecografia rappresenta l’esame diagnostico con il miglior rapporto costo-beneficio, in quanto è possibile effettuarla periodicamente a distanza dalla lesione per valutarne la corretta riparazione e permettere di intervenire in tempo in caso di formazione di fibrosi, cicatrice o calcificazione. La risonanza magnetica, invece, può essere effettuata anche poche ore dopo l’infortunio muscolare, permettendo di fare una diagnosi precisa fin da subito del grado di lesione: tuttavia è un esame più costoso e meno accessibile rispetto l’ecografia. La corretta diagnosti di una lesione del bicipite femorale permette di impostare il percorso fisioterapico più adatto ed efficace possibile.

Lesione Muscolare del Bicipite Femorale: Come si cura?

Presso lo Studio FisioSiPuò, grazie al Metodo SiPuò in 3 Fasi, la lesione del bicipite femorale viene curata e risolta in tre fasi:

  • La prima fase è finalizzata alla cura ed alla corretta riparazione della lesione muscolare attraverso l’applicazione di sedute specifiche di laserterapia ad alta potenza per ridurre l’edema nei primi giorni e di tecar terapia o diatermia a giorni alterni per ottimizzare il processo riparativo del muscolo grazie al suo importante effetto vascolarizzante: infatti, l’applicazione di piastre fisse con uno specifico dosaggio energetico permette di amplificare ed incrementare l’apporto di ossigeno, sangue e sostanze nutritive nella zona lesionata
  • La seconda fase, invece, si concentra sul ripristino della corretta lunghezza muscolare del bicipite femorale e sulla ri-attivazione delle unità motorie muscolari attraverso le vibrazioni ad aria a diverse frequenze terapeutiche ed un programma di esercizi terapeutici progressivi
  • La terza fase, infine, si basa sul recupero totale della forza e della potenza muscolare del bicipite femorale attraverso esercizi basati sulla contrazione eccentrica (es: Nordic Hamstrings) e sulla contrazione esplosiva (es: sprint); in più, per poter affrontare un sicuro ritorno in campo ed un aumento delle performance sportive, è possibile proseguire un percorso atletico insieme ad un fisioterapista personal trainer altamente specializzato sia presso lo studio che presso il campo sportivo d’allenamento
Fisioterapia Casalotti Lesione Bicipite Femorale 2

Se hai subito una lesione muscolare del bicipite femorale e vuoi recuperare al meglio per evitare ricaduta o recidive, richiedi una prima valutazione gratuita presso lo studio FisioSiPuò compilando il modulo sottostante o chiamando il numero 3500829990.

Indirizzo

Largo Beata Teresa Verzeri 28-29,
00166 Roma - Zona Boccea/Torrevecchia

Telefono

Email

paolo.pirozzi@fisiosipuo.it
fisioterapia Roma Casalotti

Dott. Paolo Pirozzi

Fisioterapista
Riabilitatore Sportivo
Terapista Manuale Osteopatico