Intervista Fisioterapia Italia

INTERVISTA FISIOTERAPIA ITALIA

  1. COSA E’ PER TE LA FISIOTERAPIA?

La fisioterapia è un percorso riabilitativo incentrato sulla persona, che si basa sulla messa a sua disposizione delle migliori tecniche terapeutiche per garantire il raggiungimento dello stato di salute e benessere nel minor tempo possibile.

Ciascun paziente è un universo unico ed inimitabile, per cui ogni percorso fisioterapico deve prevedere al suo centro la persona nella sua globalità, rispettando quindi tutte le sue caratteristiche.

  1. QUALI SONO LE TUE PIU’ GRANDI SODDISFAZIONI PROFESSIONALI?

Grazie alla fisioterapia è possibile togliersi grandi soddisfazioni quotidianamente, sia come paziente che come fisioterapista: infatti, alcuni risultati terapeutici mi hanno gratificato molto, altri mi hanno permesso di conoscere tante altre persone ed arricchirmi ulteriormente.

Da amante dello sport e del calcio, le mie più grandi soddisfazioni le ho vissute durante gli anni in cui ho seguito come fisioterapista una Polisportiva Dilettantistica romana. La prima riguarda l’attaccante goleador della squadra, che dopo aver subito una distorsione sul ginocchio plurioperato il venerdì a fine allenamento, sembrava non ci fossero speranze di vederlo in campo la domenica successiva per il Play Off che avrebbe decretato quale squadra sarebbe salita di categoria: con a disposizione solo due giorni dedicati interamente alle terapie, dopo una buona mezz’ora prima dell’inizio del riscaldamento della domenica dedicata alla messa appunto del bendaggio funzionale più stabile possibile, il Play Off viene vinto 1 a 0 proprio grazie al goal dell’attaccante. Lui è stato l’attaccante eroe della vittoria, io sono stato il fisioterapista eroe dell’attaccante. La seconda riguarda il capitano della stessa squadra, l’anno seguente, che subisce un infortunio muscolare alla fine del primo tempo durante uno scontro diretto: abbiamo passato tutta la durata dell’intervallo a cercare il giusto bendaggio per permettergli di finire la partita, nonostante il dolore fosse importante. Com’è andata a finire? Scontro diretto vinto all’ultimo minuto con un goal di tacco proprio del capitano, vittoria che alla fine dell’anno risulterà fondamentale per la vittoria del campionato.

Ogni signora che torna a camminare dopo un intervento di protesi, ogni signore che si rimette in piede dopo aver avuto un ictus, ogni lavoratore che ricomincia a lavorare senza dolori alla schiena, ogni atleta che torna ad allenarsi dopo un infortunio, sono loro le mie più grandi soddisfazioni.

  1. QUALI SONO LE TUE PRINCIPALI SPECIALIZZAZIONI?

Le mie principali specializzazioni sono la riabilitazione sportiva ed il trattamento dei disturbi della colonna vertebrale. Grazie alle esperienze maturate dopo la laurea sui campi di calcio, ai diplomi conseguiti, ai confronti ed alle collaborazioni con colleghi fisioterapisti e medici chirurghi, ho adottato un metodo di riabilitazione integrato, dove il percorso riabilitativo è basato sull'integrazione di tecniche manuali osteopatiche, tecnologie all'avanguardia ed esercizio terapeutico. Non a caso, la maggior parte del percorso terapeutico si svolge nella palestra riabilitativa, per garantire risultati duraturi nel tempo e per ridurre al minimo il rischio recidive e ricadute.

  1. SU QUALI NUOVI SERVIZI STAI LAVORANDO?

L’anno che verrà sarà ricco di novità: sto sviluppando vari progetti insieme a medici ortopedici per un’assistenza medico-fisioterapica che possa andare incontro alle esigenze ed i bisogni dei nostri pazienti.
Inoltre, da pochi mesi, ho iniziato una stretta collaborazione con una delle aziende di elettromedicali più conosciute ed importanti nel panorama italiano e mondiale, per migliorare insieme le tecnologie già presenti sul mercato e per svilupparne altre totalmente nuove.
Infine, collaborando anche con figure non-sanitarie, sto sviluppando un progetto che mira ad aumentare la visibilità dell’efficacia della fisioterapia così da avvicinare sempre di più le persone bisognose al loro fisioterapista di fiducia.

  1. PERCHE’ HAI SCELTO DI ENTRARE NEL NETWORK FISIOTERAPIA ITALIA?

Il motivo principale è quello di entrare a far parte di un gruppo di fisioterapisti altamente preparati e competenti, così da riuscire a rappresentare insieme un riferimento online per chiunque si affacci sul mondo della fisioterapia, dal collega che vuole entrare a farne parte, al paziente che vuole conoscere maggiormente la propria condizione patologica, o al paziente che ha bisogno del miglior centro fisioterapico del suo quartiere dove farsi curare.

L’unione fa la forza, e il network Fisioterapia Italia vuole rappresentare proprio questo, la forza della fisioterapia!

Non ci credi? Visita il sito https://www.fisioterapiaitalia.com e vedrai che potrai trovare la miglior risposta al tuo dubbio!

  1. DI COSA POSSONO ESSERE SICURI I PAZIENTI VENENDO NEL TUO CENTRO?

I pazienti venendo nel mio centro possono essere sicuri di una cosa: il rapporto diretto con me. Ci metto sempre la faccia, mi impegno quotidianamente affinchè ogni persona che decide di affidarsi a me rimanga soddisfatta del trattamento. Per ottenere questo, mi prendo qualche minuto ogni giorno per studiare, per rimanere aggiornato sulle nuove evidenze scientifiche, per contattare chirurghi ortopedici e chiedere loro spiegazioni sul tipo di intervento eseguito sul paziente che si reca presso il mio studio: alla base della mia professionalità ci sta costante sacrificio, ricerca e dedizione.

Un FisioSaluto a tutti,

Paolo Pirozzi Fisioterapista